I plastici

luglio 22, 2014 | Posted in 0 Comments

I Plastici sono aperti tutte le Domeniche.

orario_apertura

CON ORA SOLARE CON ORA LEGALE
dalle 14:30 alle 17:30 dalle 15:00 alle 18:00

 

Per chi proviene da fuori provincia, è consigliabile telefonare per conferma alla nostra segreteria. Per raggiungere la nostra sede, una volta giunti a Brescia seguire l’indicazione per il centro e quindi per il Castello oppure le indicazioni turistiche (gialle) “Museo delle armi Luigi Marzoli”.

Le sale del museo ferroviario si trovano all’interno del parco del castello: seguire le indicazioni pedonali “Plastici ferroviari”.

L’ingresso ai plastici è gratuito; è gradita un’offerta.

Il monumento alla locomotiva

A pochi metri dall’ingresso darà il benvenuto a tutti i visitatori una “vera” locomotiva a vapore, la famosa Numero 1 della Ferrovia Brescia-Edolo, posta in questa sede dal CFB nel 1961 come monumento in occasione della fine della trazione a vapore su questa linea. La locomotiva rappresenta il primo esempio di monumento ferroviario in Italia.

Il plastico Cidneo

Il 21 Dicembre 1969 con la classica cerimonia del taglio del nastro il nostro Club consegnava a tutta la cittadinanza bresciana quello che allora era il più grande plastico ferroviario aperto al pubblico di tutta Europa. Da allora ogni Domenica è possibile visitare gratuitamente il plastico. Oltre 18 treni in movimento contemporaneamente su 8 linee, un grande scalo merci dove vengono formati i treni, ed un paesaggio curato fin nei minimi particolari sono sicuramente un ottimo biglietto da visita per questo impianto che non sembra minimamente risentire del peso degli anni.

Costruito in scala HO, ha subìto notevoli cambiamenti sia per quel che riguarda la parte paesaggistica (migliorata e rinfrescata di recente) sia per quel che riguarda la parte elettrica, con un sostanziale miglioramento ed ammodernamento degli automatismi nei quali sta sempre più prendendo piede l’elettronica.

Cliccando sull’icona a lato potrete accedere ad una selezione di immagini e brevi filmati d’epoca.video

 

Il plastico di Villa d’Almè

Il grande plastico in HO di Villa d’Almè, situato in una sala adiacente a quella del Cidneo, risulta essere uno dei più vecchi plastici in HO mai costruiti al mondo. Infatti era la fine degli anni quaranta quando l’Ing. Mario Boccalari di Bergamo cominciò la costruzione di questo enorme plastico nella cantina della sua casa di Villa d’Almè.

Alla pensione dell’Ingegnere, avvenuta alla fine degli anni ’50, grazie all’interessamento del famoso tenore Gino Bechi, il plastico venne smontato pezzo per pezzo e, con l’aiuto di tre camion, venne portato nella sede del CFB, dove si trova tuttora. Dopo un lungo restauro nel 1992 viene riaperto al pubblico per diversi anni.

Attualmente viene aperto solo in occasione di eventi speciali; in alternativa è visitabile previo appuntamento.

Gli altri plastici

Oltre ai due grossi plastici, nelle due sale trovano posto altri plastici, in particolare:

  • Una linea in scala 0 (attorno al plastico Cidneo) in cui è riprodotto fedelmente il fabbricato viaggiatori di Torino Porta Nuova
  • Il diorama Alpinia dove, sotto le pendici del Cervino, si inerpica una ferrovia a cremagliera

Altro materiale in esposizione

Nelle due sale della sede, inoltre, si possono osservare oltre 200 modelli dalla scala Z alla scala 1:10 che vanno dai primi anni ’20 fino ai giorni nostri, molti dei quali autocostruiti negli anni da soci del CFB.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.